domenica 30 gennaio 2011

Cartamodello bambola Linda

Come da promessa, ecco le varie parti che comporranno Linda.
E ora... alla ricerca delle stoffe!
Ciaooo

sabato 29 gennaio 2011

LINDA

Questa sera, finalmente, ha preso forma Linda, la bambola che desidero fare per mia figlia più piccola.
A dire il vero è ancora nella fase iniziale. Ho fatto il cartamodello e l'ho ritagliato.
Poi, i miei altri due bimbi hanno voluto che giocassi con loro a Creationary, il nuovo gioco della Lego, e così Linda è stata subito accantonata, ma lunedì sarà caccia alle stoffe che le daranno vita. La voglio fare tutta colorata e piena di allegria così che, ogni volta che Angelica si sentirà un po' triste, abbracciandola, possa ritrovare la serenità.
Ormai è tardi, ma lunedì farò la foto del cartamodello e la posterò.
Poi, mano a mano che la bambola si formerà, fotograferò tutti i passaggi, così da creare anche un piccolo tutorial "fai da te". Non ne ho mai fatti prima, quindi sarà un po' un tutorial-cavia...
Speriamo bene!
Buonanotte e buona domenica

giovedì 27 gennaio 2011

martedì 25 gennaio 2011

Tutti possiamo essere utili nel nostro piccolo

Vorrei segnalare la lodevole iniziativa di una blogger australiana, Jhoanna Monte, la quale, attraverso le pagine del suo bellissimo blog  http://oneredrobin.com/, ha sensibilizzato i suoi lettori riguardo un problema attualissimo come le disastrose alluvioni dei giorni scorsi nel Queensland.
Per dare un aiuto personale alle genti di quel posto, ha indetto un'asta con una delle sue creazioni, la cerbiatta Fiorella, alla quale è molto legata, mettendola in palio al miglior offerente. L'asta terminerà il 31 gennaio, quindi, chi è interessato è ancora in tempo...
Bella iniziativa che ci fa capire quanto ognuno di noi, nella sua realtà, piccola o grande che sia, può fare qualcosa per aiutare il prossimo.
Vi consiglio di visitare il suo blog in quanto le sue creazioni sono semplicemente bellissime. Ha molto talento e intraprendenza. La seguo da un paio d'anni e dovendo fare una bambola per mia figlia più piccola, mi ispirerò senz'altro a qualcuna delle sue splendide creazioni.
Qui di seguito il video di Youtube, riguardo l'alluvione

giovedì 20 gennaio 2011

Di tutto un po'

Bauletto imbottito creato con stoffa scozzese

Scatoletta di pasta sintetica con rosa e boccioli


Collana con pendente conchiglia e cascata di perle finemente decorate


Cornice portafoto decorata a patchwork


Bottiglia di vetro scuro decorata con perle e sassi

Giveaway di "La mongolfiera creativa"

domenica 16 gennaio 2011

La cura - Franco Battiato



Ogni tanto sento il bisogno fisico di riascoltare questa magnifica canzone.
E' come fare un tuffo nel cielo e volare in un'altra dimensione.
Grande Battiato, insuperabile!

Tutto cominciò così...

Non so come abbia fatto ad arrivare fino a qui questa piccola bambolina visto che le sue origini sono molto lontane. Penso risalga ai tempi delle elementari quando già le mie mani avevano voglia di creare qualcosa di originale e unico.
Già sentivo il desiderio di esprimermi attraverso i materiali più disparati e un giorno, lo ricordo ancora, arrivai in cucina da mia mamma mostrandole la mia "opera d'arte". 
Mi sentivo molto orgogliosa di me stessa perchè quella bambolina era stata creata interamente da  me e anche se non era bellissima (ma bella si !) io l'adoravo.
A distanza di 35 anni, penso di poterla considerare come simbolo dei miei futuri lavoretti manuali

venerdì 14 gennaio 2011

Vivere la vita


Non aspettare di finire l’università,
di innamorarti,
di trovare lavoro,
di sposarti,
di avere figli,
di vederli sistemati,
di perdere quei dieci chili,
che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina,
la primavera,
l’estate,
l’autunno o l’inverno.
Non c’è momento migliore di questo per essere felice.
La felicità è un percorso, non una destinazione.
Lavora come se non avessi bisogno di denaro,
ama come se non ti avessero mai ferito
e balla, come se non ti vedesse nessuno.
Ricordati che la pelle avvizzisce,
i capelli diventano bianchi e i giorni diventano anni.
Ma l’importante non cambia:
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è il piumino che tira via qualsiasi ragnatela.
Dietro ogni traguardo c’è una nuova partenza.
Dietro ogni risultato c’è un’altra sfida.
Finché sei vivo, sentiti vivo.
Vai avanti, anche quando tutti si aspettano che lasci perdere.


Madre Teresa di Calcutta



.

Il mare d'inverno


Spiaggia di San Benedetto del Tronto

Sono in casa da sola (miracolo!!!) ma la quiete durerà ancora per poco.
Ecco, il mare d'inverno è come godersi la propria casa in quei pochi istanti in cui è deserta.
La spiaggia, il cielo, le onde, l'orizzonte che si confonde col mare, quella nebbiolina che ti avvolge e ti bagna leggermente il viso. Il rumore delle onde che si infrangono a riva e che continuano, sempre e ininterrottamente, giorno dopo giorno. Di primo impatto ti sale un moto di leggera angoscia, poi piano piano, entri nel paesaggio e ti senti parte di quell'immenso. E prepotenti si affacciano domande, considerazioni, rimpianti, tutto quello che il tuo "io" ha trattenuto dentro di se a lungo. Troppo a lungo.
Almeno una volta al mese ci vorrebbe una pausa "disintossicante" dalla vita di tutti i giorni.
Un giorno, o anche solo un paio d'ore, per ricordare a se stessi quali sono le cose veramente importanti.
Sarà il mio primo proposito per l'anno nuovo.





sabato 1 gennaio 2011

BENVENUTO 2011

Da quasi tre ore siamo nell'anno nuovo.
Per me non comincia benissimo. Un gran raffreddore e tosse. Ho provato ad andarte a dormire, ma non se ne parla...
Che dire? Sto pensando a cosa mi succedera' quest'anno, a cosa faremo io e i  miei figli. Chi lo sa?
Lo scopriremo solo vivendo...
Ci sono due o tre cose che cambierei volentieri nella mia vita. Alcune dipendono da me, altre purtroppo no.
Ma desidero "lavorare" su quelle che mi competono. Bisogna sempre migliorarsi e cercare di adattarsi al meglio alla vita che dobbiamo vivere.
All'alba (o quasi) del nuovo giorno, la voglia di cambiare veramente le cose, è tanta!
E' proprio vero, il nuovo anno porta con se tante aspettative, porta la voglia di buttarsi alle spalle gli errori dell'anno prima e di ricominciare, di qualunque cosa si tratti.
Quello che vorrei piu' di ogni altra cosa e' di non "correre" come ho fatto nel 2010.
Vorrei veramente assaporare di piu' la vita, coglierne tutti i lati che la fretta inevitabilmente, ti nasconde.
Mi piacerebbe dedicarmi ancora di piu' ai figli, seguirli nel loro cammino di crescita ed aiutarli quando sono in difficolta'. Vorrei dedicare piu' tempo a me stessa e alle mie passioni  per arrivare a fine giornata soddisfatta di quello che ho fatto e non amareggiata per quello che non sono riuscita a fare.
E poi vorrei viaggiare, far conoscere ai miei figli l'Italia e perche' no, l'Europa, il mondo.
Nei miei sogni oggi non ci sono case, non ci sono luoghi fissi ma c'e' tanta liberta'. C'è la voglia di scoprire tutto quello che di grande e unico c'e' in questo mondo. Sia vicino che lontano. Io credo che l'esperienza che un uomo acquisisce viaggiando, non se la fara' mai nemmeno studiando 100 anni.
A volte mi domando a cosa serva far studiare i figli. Li vedo tutti i pomeriggi sui libri a fare esercizi, a leggere, a ripetere. Ma cosa? Cose che non serviranno mai nella stragrande maggioranza dei casi.
E tuti i giorni e' cosi'. Mi viene l'angoscia che stiano sprecando la loro vita gia' da ora.
Non hanno piu' tempo nemmeno per giocare.
Questa cosa e' tristissima. Stanno trascorrendo gli anni piu' belli e spensierati della loro vita e loro neanche se ne rendono conto.
Vedro' di escogitare qualcosa anche per questo...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...